Alloro

Alloro

Un piantino comprato al mercato
questo alloro messo a dimora per sfida
dalla portinaia monfrina
nell’aiola del condominio
il suo ortogiardino in città

un mormorare da parte delle madame dei piani bassi
tutte per le rose a mazzi e le peonie sfiancate
non lo volevano neppure i gatti
che passavano di notte a segnarlo di umori

poi sarà per la forma il rigoglio
e l’essere verde in ogni stagione
le malelingue sbocciate in nonne piene d’amore
han smesso di chiedere ogni anno il taglio feroce
ed è cresciuto potente
poche le risorse di acqua e terra a favore
lui stesso stupito di tanta caparbia forza interiore

Ora anche i merli saltellano al fresco
nel becco le bacche
i gatti vengono solo di notte
a cercare la coda dritta della micia a macchie
sentono il vento coi baffi
e girano la testa distratti
dal riflesso di luna
sui tetti

____________________________________________________________________
Franco Antonio Canavesio – Alloro – 12 maggio 2013

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...