Segni di fuoco e di terra

Terra e mare

Stordisce ancora, di ginestra
leva il fiato la salita dei sassi
il respiro va in affanno, a singulti

sediamo accanto, a cercare l’orizzonte
incerto nel silenzio, immobile, dall’alto
la perla della sera sul piombo del mare

E il giallo, cotto di sole
spreme i profumi
invita ali e corpi volanti
– senza timore, pieni di voglia –
ad amori senza pudore

Che guardino i ciliegi selvatici
e i gabbiani persi di mare
nell’ultima ronda
per noi voglia più calda dell’acqua
più dura, più forte

stasera distesi
siamo segni di fuoco e di terra.
_______________________________________________________________
Franco Antonio Canavesio – Segni di fuoco e di terra – 25 maggio 2013

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...