Un respiro

Un respiro

Ha perso il conto del rosso sul blu
un respiro
salendo i mattoni oltre il disco del tempo
più oltre più in alto
nel vuoto del cielo dove rintocca il mezzo e l’intero
in caduta sui tetti
il rimbalzo sul muro
giù a rompicollo traverso le valli lungo le pieghe dei colli

nel piano s’allarga
un respiro
in velo di bruma

eco lontana
ripete
più lento
il percorso

all’indietro
una
due volte
conta e riconta il rosso sul blu
sempre diverso

fino a quando due volte di fila va in pari
la conta

______________________________________________________________
Franco. A. Canavesio – Un respiro – 1 novembre 2013

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...