Geometrie di borgata

Tetti d'ardesia

 

Il legno del trave, lo tocchi
per membra compatte
il respiro, ad altezza ridotta
In casa, seduti, la sera
col libro e il bicchiere
tonda, sul letto, la ciambella del gatto

C’è tutto, a distanza di un braccio
il fuoco, l’acqua, la finestra sul monte
col vicino il muro maestro
uno scampolo d’erba, in comune
senza guardarsi negli occhi
Qui non si spreca neppure uno sguardo

Il vasto è di fuori

ogni giorno
oltre il colmo dei tetti
nella lama di luce
che taglia poligoni azzurri

ogni notte
nel brillio delle lose
quando tornano a gocce
gli astri vaporati dal bosco

a ogni ora
nel canto, che ho dentro
nel vasto respiro
di piccole cose.

_____________________________________________________________________


_____________________________________________________________________
Franco A. Canavesio – Geometrie di Borgata – 22 agosto 2013

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...