Fiore di serra

Fiore di serra

Sei cresciuta poggiata a uno schema leggero
come arbusto aperto alla luce
in serra di vetro e titanio
nell’aiola esposta al futuro
e canti Puccini e il gusto moderno d’oriente
un disegno di vita composto
tra pareti di cristallo e bambù

Fragile tutto l’infanzia il dopo
il raggio che passa attraverso
e trova i colori
il blu è per gli occhi
l’oro ai capelli
il rosso del frutto forse s’è perso
nel sangue
o ha da venire
stendine un velo attorno alle labbra
segui col dito il contorno
traccia sul vetro
un richiamo

______________________________________________________________
Franco Antonio Canavesio – Fiore di serra – 29 maggio 2013

Segni di fuoco e di terra

Terra e mare

Stordisce ancora, di ginestra
leva il fiato la salita dei sassi
il respiro va in affanno, a singulti

sediamo accanto, a cercare l’orizzonte
incerto nel silenzio, immobile, dall’alto
la perla della sera sul piombo del mare

E il giallo, cotto di sole
spreme i profumi
invita ali e corpi volanti
– senza timore, pieni di voglia –
ad amori senza pudore

Che guardino i ciliegi selvatici
e i gabbiani persi di mare
nell’ultima ronda
per noi voglia più calda dell’acqua
più dura, più forte

stasera distesi
siamo segni di fuoco e di terra.
_______________________________________________________________
Franco Antonio Canavesio – Segni di fuoco e di terra – 25 maggio 2013

Se faccio mie le cose

Hyper Realistic Oil Painting - Mary Jane Ansell

Hyper Realistic Oil Painting – Mary Jane Ansell

Se faccio mie le cose di altri
mi dicevi è un gioco
per vedere se ti accorgi del mio bisogno
o se il tuo fine è smascherare queste bugie di ragazzina

Ho capito e il mio silenzio ha preso forma di sorriso
che ti parla coi gesti del volto
ma dovresti essere qui davanti per capire
anche tu
e nel dubbio posare la mano
a sentire la curva intenerita
delle mie labbra.

_________________________________________________________________
Franco Antonio Canavesio – Se faccio mie le cose – 25 maggio 2013
Hyper Realistic Oil Painting – Mary Jane Ansell

Percorso

Norba (Norma) - Scavi archeologici, strada romana

Norba (Norma) – Scavi archeologici, strada romana

In fondo non c’è ancora sintonia
se anche le parole più semplici rischiano il sangue
sul filo del rasoio
e uno scanzonato buffetto passa per il tocco sgraziato
di uno sconosciuto

E’ giusto così
il sentimento per diventare amico vuole tempo e conoscenza
alternanze e momenti di prova
allora le parole si poseranno secondo un disegno comune
a lastricare la strada
e porre a lato le pietre d’inciampo.

_________________________________________________________________
Franco Antonio Canavesio – Percorso – 22 maggio 2013
Norba (Norma) – Scavi archeologici, strada romana

Uomo volante

Georges Pierre Seurat - Il circo - 1891 - Musée d'Orsay, Parigi

Georges Pierre Seurat – Il circo – 1891 – Musée d’Orsay, Parigi


Quando il sereno galoppa
e le nuvole ridono attaccate alla criniera
mi viene voglia di andar su
aquilone senza filo
tutt’uno con l’aria nel vento trasparente
afferrare per la coda il destriero
e salire scendere fare piroette
come l’uomo volante del circo delle meraviglie

_______________________________________________________________
Franco Antonio Canavesio – Uomo volante – 20 maggio 2013
Georges Pierre Seurat – Il circo – 1891 – Musée d’Orsay, Parigi

Tempo reale

Giovanni Antonio da Varese - La volta celeste - Palazzo Farnese, Caprarola, Viterbo.

Giovanni Antonio da Varese – La volta celeste – Palazzo Farnese, Caprarola, Viterbo.

Si guardava alle stelle
il volo degli uccelli annunciava presagi
la scelta di fare o non fare era in armonia col cielo
e i tempi del cielo planavano in cerchio
a dare il respiro del giorno

Ora il volo è in picchiata
il pensiero in tempo reale
vuole esplosioni solari anche la notte
e luci artificiali
e sceicchi con occhiali scuri
per vedere e non essere visti
ammazzare i bagliori di mezzo
soffocare le stelle
e il pensiero dei mezzi colori

_________________________________________________________________
Franco Antonio Canavesio – Tempo reale – 19 maggio 2013
Giovanni Antonio da Varese – La volta celeste (soffitto della sala del Mappamondo) – Palazzo Farnese, Caprarola, Viterbo.

Narciso

Michael Nicolas Bernard Lepicie - Narcissus - 1771

Michael Nicolas Bernard Lepicie – Narcissus – 1771

Stilla in vapori la pioggia
per non sciupare il riflesso
e l’incanto del profumo racchiuso
baccello di luce

Guarda la natura e piange come madre
la rinuncia a toccare il figlio
per lasciarlo bambino
accompagna non vista l’immagine
sull’acqua
attende il richiamo odoroso
del guscio
appena spezzato

___________________________________________________
Franco Antonio Canavesio – Narciso – 17 maggio 2013
Michael Nicolas Bernard Lepicie, Narcissus, 1771