Si cambia

Si cambia

Ci si può arrestare d’improvviso
sentire il deserto
e aver chiaro che il viaggio
quel viaggio e a quel modo
non può proseguire

nell’ultimo giro di ruota
i vagoni di dietro
disfatti
han svuovato l’inerzia rimasta
anche quella del muovere fluido
delle parole

senza bagaglio
sgombre la mente e le tasche
di fogli e segni a grafite
catarsi pisciare sul ferro
e lo scrollo dell’ultima goccia

spalle al binario punto di svolta

ma di notte non tracciano il cielo
voli di uccelli
in direzione cara agli dei
vibra appena
un risveglio di interni motori
il pulsare dentro
quello vero
distante dal battito ferro su ferro
tra ruota e rotaia

ritmo di passi
cadenza robusta
e insieme canto intonato
che oggi in incerta stagione
si stenta ad accordare
con garbo
in nuova maniera

___________________________________________________________________
Franco Antonio Canavesio – Si cambia – 5 marzo 2013

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...