Angeli

Angelo orante

Mi inquietano gli angeli
nelle chiese tardo ottocento
stanchi di preghiere e piume barocche
di lato alla pala d’altare

non basta il colore confetto
manca un battito fresco di ali
e la luce da fuori
non è quella del fiato iniziale

mi ritorna greve l’atmosfera
del catechismo autunnale
in chiesa quando ero bambino
la panca i santini
il timore del peccato
ombrava di scuro ogni cosa

anche le piume dell’ angelo
inviato a fare da custode

troppe mani di bianco su ali
ancora da aprire al volo

– % – % -% – % –

La notte
con le sue alchimie cerebrali
acquieta umori malsani
raddrizza visioni
e la luce è diversa
anche se il sole è lo stesso di ieri
come il luogo e l’ora del primo mattino

e la grata protegge
non vieta il salire
disciolta nell’aria tra i vetri socchiusi
l’ala più chiara e leggera
di una ritrovata preghiera


___________________________________________________________________
Franco A. Canavesio – Angeli – 8-9 gennaio 2013
foto – Angeli oranti, Cappella dell’Ospedale di S. Vito – F. A. Canavesio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.