Legami

M.C. Escher – Vincolo di unione – 1956

Un fuoco consuma nell’ombra
scioglie la cera delle riserve nei tuoi confronti
ritrovo l’anima e il fiato per un colloquio
basta domande
date in risposta a domande
non devo lasciare che sfugga
questa traccia continua di luce

Che scavino gli occhi
fin dove arriva lo sguardo
magari con un gioco di specchi
a toccare l’oro
caduto fuso sul fondo

perchè il legame che un tempo
faceva di noi un tutt’uno
era d’oro

un nastro lucente capace a renderci
troppo uguali e splendenti
fino a che l’occhio si è chiuso, a difesa
per troppo nitore

Ora voglio scoprire di te metalli modesti
capaci a legare col fuoco altri elementi
meteore da altri pianeti
preziose a me
non importa se meno brillanti

______________________________________________
Franco Antonio Canavesio – Legami – 16 novembre 2012

Un pensiero su “Legami

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.