Presto, al mattino

Se abitassi sul fiume, il mattino presto aprirei le finestre ad acqua, vento e luce, mi perderei a giocare coi riflessi, a ridipingere pareti e cielo.

Disegnare a nuovo il cielo
come riflesso sull’acqua
fermo vederlo vibrare
di tremuli ciuffi di bianco

corre sicura l’acqua
passa a quella a venire
i segni del percorso da fare
proprio gli stessi cammini

e scorre sempre uguale

Ridipingere il cielo a tessere
accostando i riflessi sui vetri
fermo vederlo mutare
a ogni sbatter di scuri

Soffia dritto il vento
passa all’aria a venire
i segni del percorso da fare
proprio gli stessi canali

e soffia sempre uguale

Accendere il cielo al mattino
con colpo improvviso di bianco
vederlo riflesso sui muri
su antichi prismi in cristallo

muove veloce la luce
passa al raggio a venire
i segni del percorso da fare
lo stesso dritto sentiero

e muove sempre uguale

___________________________________________________________
Franco Antonio Canavesio – Presto, al mattino – Agosto 2012

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...