A portata di mano

L’idea di bellezza cambia, nel tempo, nei luoghi. Con Martino, in hospice, abbiamo parlato del bello ideale e del bello reale, per lui è all’incirca così.

La bellezza che più mi attira
è quella in parte nascosta
magari un poco imperfetta.

L’ibisco che accartoccia il fiore
stanco di luce la sera
I seni di Irina che ride
chinata a rimboccare il lenzuolo
i colori di spezie e verdure
nella pasta saltata di Ashef.

Non è tempo di cercare lontano
bellezza a portata di mano
bellezza che vedo che tocco
che vive per me ogni giorno

oggi per me è ogni giorno.

_________________________________________________
Franco Antonio Canavesio – A portata di mano – Agosto 2012

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...