A distanza

Non ti conosco ti immagino
cogliendo frammenti lasciati per via

Schegge cocci
smaltati nascosti tra sabbia e steccato

Scaglie squame
come pelle di muta indizi di nuovo splendore

____________________________________________
Franco Antonio Canavesio – Tracce – febbraio 2012

Potrai ancora guardarmi
traverso gli scuri
che io non me ne accorga

Potrai sentire le mie parole
senza replicare
mi fa male ascoltare

Potrai cercare risposte
da riporre ordinate
nelle pieghe della mente

o fissare in un diario
per un dialogo futuro

__________________________________________
Franco Antonio Canavesio – Un patto – febbraio 2012

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.