Due raggi di sole su una pagina di Pessoa

Oggi mi sono sentito improvvisamente felice.
La pelle delle mia braccia era felice, di sentire la vicinanza della persona seduta accanto in metropolitana. Le mie gambe erano felici, di salire i gradini e andare a passo veloce verso la vita dei portici. I miei occhi erano felici, di vedere i piccoli frutti gialli del Ficus Virens bonsai, nella mezza luce di una vetrina.
Due raggi di sole e una pagina di Pessoa, un mezzo miracolo.

….

Sono un custode di greggi,
Il gregge è i miei pensieri
E i miei pensieri sono tutte sensazioni.
Penso con gli occhi e con le orecchie
E con le mani e i piedi
E con il naso e la bocca.

Pensare a un fiore è vederlo e odorarlo
E mangiare un frutto è conoscerne il significato.

Per questo quando un giorno di calore
Mi sento triste di goderlo tanto,
E mi distendo lungo nell’erba,
E chiudo gli occhi accaldati,
Sento tutto il mio corpo disteso nella realtà,
So la verità e sono felice.

Fernando Pessoa – Il custode di greggi – IX – Le poesie di Alberto Caeiro (2002) Passigli Editore

Annunci

2 thoughts on “Due raggi di sole su una pagina di Pessoa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...